La Puglia è una terra spettacolare, un ponte tra Occidente ed Oriente, una terra di odori, colori, sapori e poesia. Questa regione è la terra natale di personaggi come Aldo Moro, Rodolfo Valentino, Lino Banfi, Checco Zalone, Pietro Mennea e molti altri. I motivi per visitare la Puglia, la parte più orientale dello stivale sono molti, ma questi 10 sono sicura vi basteranno per organizzare subito una visita.

1. Il mare

Il mare pugliese regala mille sfumature di blu ed azzurro. Con 800 km di coste, molti dei quali di spiaggia finissima, la Puglia è la regione del mare, acque incontaminate da vedere, odorare ed esplorare.

Mare puglia blu visitare

2. Il cibo

Qui si mangia bene e si mangia tanto, quella pugliese è una regione dalla cucina genuina e dai sapori antichi. I piatti e le specialità da provare sono tante e sono una più buona dell’altra, preparatevi a ripartire con qualche chilo in più. I taralli, la burrata, il pane fragrante, le orecchiette con le cime di rapa, il caciocavallo, le cartellate, l’olio più buono al mondo,…avete già l’acquolina?

Oltre a quanto già elencato, i pugliesi hanno poi un occhio di riguardo per gli allevamenti tradizionali e per il pesce pescato ogni notte, quindi sempre freschissimo.

cartellate cibo puglia

3. La gente

Visitando la Puglia vi accorgerete  subito del calore della gente. I pugliesi sono sicuramente cordiali e trovare sorrisi e accoglienza, ritengo sia un fattore importante nella scelta della prossima destinazione.

4. I trulli

I trulli sono delle costruzioni uniche al mondo, costruzioni in pietra a secco, patrimonio dell’Unesco. Principalmente li potete trovare ad Alberobello, ma un po’ tutta l’area ne è puntellata.

trulli alberobello puglia

5. I paesaggi

Non solo il blu del mare e del cielo, che si fondono all’orizzonte, ma anche le pietre bianche, la terra rossa e il verde della natura. La Puglia è un’armoniosa tavolozza di colori e un’unione di paesaggi diversi: il mare, le montagne del Subappennino e le pianure sconfinate.

6. Il barocco

Tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo si sviluppò questa corrente artistica ed architettonica, il Barocco pugliese, che potete ritrovare ed ammirare soprattutto a Lecce, Galatina, Nardò o Gallipoli. L’elemento che la caratterizza è sicuramente la fastosità degli elementi decorativi su edifici sia laici che religiosi.

7. La musica

Soprattutto se vi trovate in Puglia d’estate, non potete non immergervi nella musica di questa regione. Nelle piazze di tanti paesi si tengono feste e concerti, a volte anche gratuiti. E poi c’è la pizzica, o taranta. La musica del Salento, una musica da ballare, come se una tarantola vi avesse pizzicato, una musica legata al culto di Dioniso, una musica dal sapore antico, legata al territorio.

A Melpignano si tiene il grande concerto estivo, ad Agosto, la Notte della Taranta, dove quasi 200 mila persone ballano fino all’alba nelle strade e nelle piazze.

8. Le tradizioni

Alcune tradizioni, come la pizzica, i trulli, la produzione del pane di Altamura, le abbiamo già nominate. Ma ce ne sono molto altre, come il mangiare pesce crudo con i piedi nella sabbia o il Carnevale invernale ed estivo, che vi lascerò qui in sospeso. Immergetevi in questa terra ed assaporatele tutte.

9. La storia

Tradizionalmente, per via della sua posizione, la Puglia è stata un po’ il ponte tra i due mondi, risentendo delle influenze della cultura occidentale romano-germanica, ma anche di quella più orientale greco-bizantina. Nella cultura e nell’arte è chiaro il passaggio su questa terra di diverse popolazioni: i Romani, i Bizantini, i Normanni, Aragonesi e Borboni.

mare paesaggio mura storia puglia

10. Ostuni

Ma anche Locorotondo o Polignano a mare, cittadine bianche, bianchissime, che si affacciano sul Mare Adriatico e circondate da ulivi profumati. Ostuni, la Città bianca, è solo uno dei borghi da scoprire, con le sue innumerevoli stradine, scalini e pareti bianche messe in risalto dai fiori colorati sui davanzali delle finestre.

ostuni puglia borgo